La papaccella regina dell’insalata di rinforzo

La papaccella napoletana è un peperone dalle bacche piccole ed arrotondate, leggermente schiacciate e costolute (motivo per il quale si dica “riccia”), può essere di colore giallo, rosso o verde. La sua consistenza carnosa e la dolcezza della polpa la rendono ideale per essere consumata fresca, arrostita, sott’olio, sott’aceto, saltata in padella o al forno e anche farcita con un ripieno di tonno (o alici salate), olive, mollica di pane, uvetta, pinoli, pomodorini del piennolo e capperi.

papaccellembuttunate02ok.jpg

La papaccella viene coltivata nella Provincia di Napoli, un tempo molto legata alle tradizioni contadine dell’autoconsumo. Sembra che le origini del suo nome si ritrovino nei dintorni di Brusciano (Na), non solo noti per la coltivazione e la conservazione di quest’ortaggio ma anche per un particolare davvero insolito che accomunava molti dei suoi abitanti: il cognome “Papaccio“!

e-papaccelle-41bf4460-3472-4760-9040-56a3fdfc3c1fok.jpg

Molto spesso gli appezzamenti di terreno per la coltivazione delle papaccelle erano localizzati nelle vicinanze delle masserie destinate alla produzione dell’aceto, lo stesso usato per conservarle. Ricavato dal cosiddetto “vino piccirillo” – vino rosso a bassa gradazione ottenuto da viti disposte in filari –  l’aceto  veniva versato nei cosiddetti  “rancelloni”, simili a grandi botti di legno dove venivano lasciate macerare le stesse papaccelle.

insalata-di-rinforzo-campania-600x315ok

La papacella sott’aceto è tra gli ingredienti fondamentali per la nota insalata di rinforzo. Pietanza ricca, dal sapore deciso, un piatto natalizio della tradizione napoletana. Destinata a “rinforzare” la cena di magro della Vigilia di Natale, ormai non è preparata solo per quel giorno ma per tutta la durata delle festività natalizia.

Ricetta dell’insalata di rinforzo:

1 cavolo bianco napoletano

1 scarola riccia (se è gradita)

200 gr di olive nere di Gaeta

200 gr di olive bianche

200 gr di papacelle ricce

1 confezione di alici sott’olio

1 bicchiere di olio d’oliva

½ bicchiere di aceto di vino bianco

sale q.b.

Mondate il cavolfiore, lavatelo e dividetelo in cimette. Lessate il tutto in abbondante acqua salata. Raggiunta la cottura ottimale (evitando che cuociano troppo sino a divenire molli) togliete le cime cotte per metterle in un piatto perché si raffreddino. Versate poi in una insalatiera piuttosto capiente.

Pulite le papacelle privandole del torsolo e tagliate a strisce sottili.

(Se gradite anche la scarola riccia: mondarla, lavarla e spezzettarla a mano e sistemarli nella stessa zuppiera)

Aggiungete aceto, olio, olive nere e bianche (denocciolate), le papaccelle tagliate, i filetti di acciughe e pochissimo sale. Mescolate tutti gli ingredienti e lasciate riposare l’insalata per qualche ora per facilitare l’unione di tutti i sapori.

 

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...