Zucchine alla scapece, squisitezza non solo in estate

Tipica della cucina napoletana questa deliziosa pietanza è preparata soprattutto in estate; alla scapece possiamo preparare anche la zucca, le melanzane o anche le carote.

La sua origine resta piuttosto incerta: per alcuno la parola “scapece” deriva dall’unione di  “esca” (prefisso latino per alimento) + “alice” (il pesce azzurro più usato in cucina e solitamente marinato) oppure “esca” + “Apicii” (da Apicio, l’autore del “De re coquina”, opera con più di 450 ricette). Proprio Apicio sarebbe il fautore della scapece; si racconta che, stanco di condire le pietanze con il “garum” (la salsa più utilizzata ottenuta filtrando la salamoia nella quale si lasciavano  marinare gli scarti di pesce azzurro) decise di condire le zucchine con una salsa a base di aceto, per cui tale piatto fu nominato “esca Apicii”, pietanza di Apicio.

L’altra teoria farebbe derivare l’origine del nome al processo di conservazione dei prodotti nell’aceto, detto scapece. La parola “scapece” deriverebbe dal castigliano “escabeche”, corruzione dall’arabo sikbâg, termine usato per indicare il sugo di carne con aceto ed altri ingredienti; è un piatto tipico della Persia, che appare già nel libro “Le mille e una notte”.

Per voi la ricetta e dei consigli per prepararle.

Ricetta zucchine alla scapece

1 kg e ½ di zucchine

½ bicchiere di aceto

Menta fresca

Aglio

Olio sale

Olio per friggere

Lavare e tagliare le zucchine a rondelle (non troppo sottili) e asciugarle. Friggerle nell’olio ben caldo sino a quando non avranno quella leggera doratura su entrambi i lati. Mettere le zucchine fritte in una ciotola e cospargervi sottili fette di aglio, foglie di menta e sale e continuare disponendo a strati tute le zucchine fritte ed il resto degli ingredienti con l’aggiunta di aceto di vino. Lasciare risposare per qualche ora.

Potreste sostituire l’aceto di vino, con l’aceto di mele o anche l’aceto balsamico per rendere leggermente più dolce la pietanza.

zucchine alla scapece

 

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...