La zeppola dell’8 dicembre

zeppolestabiesi.jpg

Tradizione e religiosità popolare rendono unici giorni come quello dell’Immacolata Concezione della Beata Vergine Maria; non dà solo inizio al lungo periodo liturgico dall’Avvento sino al Natale, ma anticipa quel gran tripudio di dolci tipici di queste festività: primo fra tutti la zeppola, da non confondere con la famosa “zeppola di san Giuseppe”, diversa per forma ed ingredienti!  Questo dolce è in realtà una frittella piuttosto insolita, ricoperta di miele e variopinta di “diavulilli”, i piccoli confetti che la ricoprono.

Originaria della costiera sorrentina, trova le sue origini nella città di Castellammare di Stabia che ogni anno sentitamente celebra l’8 dicembre con una serie di festeggiamenti tra cui il famoso rito del falò a mezzanotte.

zepole-di-Natale-con-miele-e-zuccherini-colorati-700x400ok.jpg

Per poter preparare le zeppole dell’Immacolata occorrono:

1 cubetto di lievito di birra

½ kg di farina 00

200 gr. di miele

1 pizzico di sale

2 cucchiai di zucchero

acqua q.b.

confetti “diavulilli”

anice q.b.

olio per friggere

Stemperare il lievito in un bicchiere di acqua tiepida, versarlo un po’ alla volta sulla farina, aggiungendo il sale e lavorare il composto fin quando non si otterrà un impasto piuttosto elastico, né troppo duro, né troppo molle. Coprire l’impasto con un canovaccio e lasciarlo lievitare per 2 ore circa, sino a quando non raddoppierà il suo volume. Quando l’impasto sarà pronto, si procederà alla frittura delle zeppole.

Dopo esservi muniti di una pentola dal bordo piuttosto alto,  verserete l’olio per friggere in quantità piuttosto abbondante e riscaldatelo a fuoco lento. Una volta ben caldo, immergerete la pastella un po’ per volta aiutandovi con il cucchiaio. Solo quando le zeppole presenteranno quella leggera doratura, dovranno essere tolte dalla pentola per essere adagiate su di un vassoio ricoperto di carta assorbente per eliminare l’olio in eccedenza.

In un pentolino a parte preparerete l’acqua sciroppata utilizzando tre semplici ingredienti: acqua (basterà il contenuto di una tazzina), zucchero e miele. Il composto così ottenuto servirà ad ammorbidire le zeppole che vi saranno immerse, una per volta riponendole in un vassoio da portata.  Tocco finale con  i “diavulilli” (piccoli confetti colorati chiamati piccoli diavoli o diavoletti) cosparsi su tutte le zeppole ed un po’ di anice spruzzata, tutto è pronto: che la festa abbia inizio!

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...