Kwak, belga accattivante

Alta fermentazione, colore ambrato tendente al rosso, gradazione alcolica intorno agli 8 gradi, sapore dolce con retrogusto amaro. E’ questa la carta d’identità della birra belga Pauwel Kwak, tra le più famose e apprezzate dell’antica tradizione “ale”, che tiene testa ai tedeschi con prodotti alternativi alla lager, che affondano la loro storia nei secoli passati.

Questa gustosa birra, diffusa anche in Italia, è stata prodotta per la prima volta nel 1980, nelle fiandre, dalla birreria Bosteels, tra le più antiche aziende produttrici, la cui fondazione risale alla fine del 1700.

Il consumo ideale di questa rossa è sicuramente insieme ad un menu a base di carne seppur non eccessivamente pesante. Il suo gusto tendente al dolce si sposerà benissimo con un hamburger, ad esempio, o con un piatto a base di verdure.

I produttori belgi, oltre a pensare al gusto, hanno pensato anche all’estetica, per rendere questa birra accattivante anche dal punto di vista visivo. La Kwak, infatti, si serve un uno speciale bicchiere a forma di ampolla, che viene tenuto in equilibrio da un’apposita struttura di legno.

Se non lo avete ancora fatto, degustate una Kwak in qualche pub: metterà d’accordo sia gli esperti, sia gli appassionati, sia chi con la birra fino ad oggi non vuole avere niente a che fare.

kwak

Inserisci una didascalia

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...